Archivi tag: MindManager

Idee:organizzare il desktop con le mappe mentali

Organizzare il desktop del proprio computer è sempre un’ operazione importante. Tutti quanti ci facciamo tentare dalla comodità di scaricare o salvare file direttamente sul desktop con l’intenzione di “ricollocarli” meglio in un secondo momento.In genere, però, ci dimentichiamo di spostare, classificare ed organizzare le nostre risorse con il risultato di ritrovarsi un desktop affollatissimo di icone e molto, molo caotico.

Per risolvere questo problema esistono applicazioni che possono aiutarci a trovare, suddividere ed ordinare file e cartelle.Un ottimo programma è, ad esempio Fences, edito da Stardock.

Consiglio a tutti di provare questo programma, con pochi semplici passaggi riusciamo a suddividere il desktop in aree personalizzabili all’interno delle quali collocare le varie icone.

Io l’ho usato con ottimi risultati ma, chi mi conosce lo sa bene, non mi accontento mai e sono sempre alla ricerca di nuove e alternative soluzioni.

L’idea mi è venuta mentre stavo studiando un testo di approfondimento sull’uso delle mappe mentali. Stavo riflettendo proprio su come creare una mappa mentale sia molto utile ogni qual volta abbiamo la necessità di organizzare e raccogliere idee ed informazioni.

Perché non provare a realizzare una mappa mentale per organizzare il mio desktop ed usarla come sfondo?

Ed ecco come ho pensato di procedere:

  1. Per prima cosa ho realizzato la mappa con il programma MindManager.
    Creare la mappa mi ha offerto l’occasione per riflettere su quali siano gli ambiti principali della mie attività sia professionali che personali.
    Partendo dal centro (in cui ho messo una mia foto) ho individuato i nodi fondamentali delle varie  attività, i concetti importanti. (Un esercizio utilissimo per capire cosa è davvero importante per noi)
  2. Dopo aver realizzato la mappa l’ho salvata come file immagine e l’ho impostata come sfondo del desktop
  3. A questo punto mi sono ritrovata una mappa come struttura fondamentale di tutte le mie attività e non ho dovuto fare altro che collocare(manualmente) cartelle e file nella giusta posizione.

Il risultato che è venuto fuori da questo primo esperimento è il seguente: